Furore

Mi mancava un pò di sano furore agonistico. Quello contraddistinto dal cuore in gola, dalla stanchezza che morde le gambe, dalla fatica che ti fa pensare che non ne hai più per superare quelli che ti stanno davanti se non ci fosse la vocina che ti incita a dare più del massimo e allora acceleri e li raggiungi e sorpassi non si sa con quali energie. Ieri sera così ne ho approfittato. Incalzato dal collega cui dò consigli per la strada verso Faenza, sono andato a farmi una gara a coppie. Solo 7 Km di saliscendi sulle colline fiorentine, in pratica sulle stradine che mi faccio per allenamento all’ora di pranzo in pausa-lavoro. Ampio riscaldamento, analisi del percorso, beh lo potrei fare a occhi chiusi, conosco ogni metro e provo a descriverlo al compagno: trattandosi di gara a coppie dobbiamo fare la corsa assieme, il più in palla in ogni momento dovrà fare da lepre all’altro. Perfetto per dare il massimo. Peccato che la brillantezza non sia al top, io reduce dal lungo trail autogestito appenninico sabato, lui dal lungo di 50Km di domenica. Macchissenefrega, le gambe sembra non se lo ricordino.  C’è la créme de la créme del podismo fiorentino, andare a premi sarà impossibile per 2 scarsoni come noi con quella concentrazione di campioni (Gloria Marconi, per fare un nome e rendere l’idea). Vabbè, si parte, tutti vanno come fulmini , rimango un pò inebetito poi realizzo che sono soli 7Km quindi per me circa mezz’ora e va fatta a tutta. Ok, se vogliono la guerra l’avranno. Inizia la salita, di quelle che sembrano sul principio tranquille ma poi non si ammorbidiscono e la fanno pagare a chi non si è gestito per bene. Non a caso molti partitori cominciano a far fatica e superiamo in tromba vari tizi boccheggianti. In cima al poggio il percorso spiana un pò verso alcuni saliscendi, però il falsopiano toglie energie e vedo il mio compagno un pò sofferente, decisamente a tutta. Rallento il ritmo evitando di rilanciare come avrei fatto e proseguo spiegandogli cosa  troverà dopo ogni curva e incitandolo. Superiamo altri, inizia una discesa bella ripida dove io vado giù come mio solito a rotta di collo, lui fa un pò fatica ma è vicino. Alla villa della Petraia mi raggiunge ma ormai il gruppetto con cui eravamo è sparito, lo incito ancora ma i 50Km si fanno sentire. Peccato però che sul rettilineo d’arrivo si accorga di avere ancora energie e parte con un allungo da finisseur, fantastico, ci provo anche io ma mi batte, non ho più quella volatona finale di una volta in cui ero praticamente imbattibile con i miei pari livello. Chiudiamo i 7Km in 30’13", buona media direi considerate le salitelle. Ma quel che più mi è piaciuto è il furore che dicevo, quella voglia agonistica di competizione coll’avversario chiunque egli sia di cui mi nutrivo in passato e che il trail mi ha forzatamente ammorbidito. Riassaporare però l’adrenalina della competizione è stato fantastico. E soprattutto mi ha fatto piacere da una parte fare un allenamento così veloce e così stimolante dal punto di vista organico , specie per la potenza aerobica che ho un pò depresso con tutti questi lunghi. Dall’altra, bello scoprire che nonostante tutto l’allenamento sono ancora veloce, non al top ma non ho perso poi molto, e che l’adrenalina riesce a farmi scoprire qualità che, evidentemente, possiedo ancora.
Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

3 commenti

  1. anonimo

     /  18 maggio 2008

    capperi l’adrenalina e l’agonismo ti schiantano. capita pure a me sulla pista. ti schiantano, ma il senso di potenza quando sorpassi, tieni duro, o ti avvii verso lo sprint finale sono davvero impagabili.
    il trail può aspettare, ma solo in questi casi 🙂
    krom

    Rispondi
  2. anonimo

     /  19 maggio 2008

    Capita la stessa cosa anche a me….quando mi presento sull’asfalto al via di una gara mi trasformo…..da somaro divento purosangue………
    Anche se mi sono dato al trail nel mio DNA c’è sempre l’asfalto e la velocità……….

    Rispondi
  3. anonimo

     /  19 maggio 2008

    non mi sono firmato…..giovanni

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: